MR Marketing

Fri 6th October 2017

Inizia nel fine settimana uno dei più interessanti eventi milanesi del #vino. Noi ci saremo, e ci saranno anche Cantine Colosi, Quintopasso, La Vis e Cesarini Sforza Spumanti! #bottiglieaperte2017 ... Vedi di piùVedi di meno

Leggi su FB

Cantina Ponte presenta a Vinitaly 2013 la nuova linea Campe Dhei

La grande azienda trevigiana riorganizza la sua linea di alta gamma Campe Dhei puntando sulle tre referenze tipiche del territorio veneto del basso Piave e su un nuovo look.

“Eccellenza nella semplicità”, così si potrebbe esprimere il concetto alla base della linea di punta di Cantina Ponte, tutta dedicata ai vini più rappresentativi del territorio trevigiano, nella zona del basso corso del Piave, dove la Cantina Ponte opera dal 1948 grazie al lavoro di oltre 1200 soci. Una rinnovata selezione che comprende un Prosecco Treviso Doc e due vini fermi – Manzoni e Raboso Piave Doc – nati dalle migliori uve coltivate in terreni scelti: il loro nome, Campe Dhei, fa riferimento con un termine dialettale locale proprio a questi “piccoli campi”, ma anche ai “campi degli dei”.

Anche le etichette, eleganti nella loro semplicità, evocano nei tratti grafici i piccoli appezzamenti di terreno, esplicitando tutto il valore del legame con il territorio, elemento imprescindibile che contribuisce a differenziare un vino, a renderlo unico ed irripetibile trasmettendo le caratteristiche della terra alla bottiglia.

La particolare conformazione pedomorfologica dei campedei, il cui suolo composto di sabbie, ghiaie e argille è il risultato di un miscuglio di terra e roccia dolomitica depositato nel corso dei secoli dalle molte inondazioni del fiume Piave, regala alle viti le loro singolari caratteristiche e alle uve il loro inconfondibile bouquet.

“Crediamo molto nella forza della tipicità e con la nuova linea Campe Dhei abbiamo voluto da un lato valorizzare i due vitigni della Piave Doc, Raboso e Manzoni, dall’altra rendere omaggio al principe dei vitigni della nostra zona: il Prosecco Treviso Doc.” dice Damiano Canali, enologo di Viticoltori Ponte. “Il Raboso, vitigno difficile da domare ma capace di colpire con il suo carattere ruvido, spavaldo, a tratti scontroso, è senz’altro il varietale più rappresentativo dell’area; il Manzoni, incrocio di Riesling Renano e Pinot Bianco creato dal professor Luigi Manzoni presso la Scuola Enologica di Conegliano, è un vitigno autoctono della provincia di Treviso; il Prosecco, infine, non ha bisogno di presentazioni: è oggi lo spumante italiano più conosciuto e apprezzato nel mondo, ormai un marchio identificativo di uno stile di vita, la migliore espressione di tutto ciò che di positivo porta con sé il concetto di Made in Italy: semplicità e raffinatezza, piacevolezza ed eleganza.”

A Vinitaly sarà possibile assaggiare i nuovi vini Campe Dhei e tutti gli altri prodotti Cantina Ponte nel Padiglione 4, stand D5.

La Cantina Ponte, fondata nel 1948 con sede a Ponte di Piave in provincia di Treviso, è oggi una della realtà più dinamiche e importanti del Veneto. Rappresenta 1.200 soci, 2.000 ettari di vigneto, che si estendono dal Nord di Venezia fino alla zona pedemontana della provincia di Treviso e circa 12 milioni di bottiglie prodotte. Cantina Ponte garantisce per tutti i suoi vini – dai fermi ai frizzanti, dagli spumanti ai biologici – un elevato standard qualitativo certificato e testimoniato dai numerosi riconoscimenti ricevuti.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedInPrint this pageEmail this to someone

Comments are closed.