MR Marketing

Fri 6th October 2017

Inizia nel fine settimana uno dei più interessanti eventi milanesi del #vino. Noi ci saremo, e ci saranno anche Cantine Colosi, Quintopasso, La Vis e Cesarini Sforza Spumanti! #bottiglieaperte2017 ... Vedi di piùVedi di meno

Leggi su FB

Fenomeno Prosecco: qualche riflessione

Il fenomeno Prosecco è da leggere all’interno del più ampio fenomeno dei vini chic che non impegnano e divertono.
 
Il nome Prosecco è diventato sinonimo di questo modo di bere che conferma che il vino che piace è quello non banale ma facile da scegliere, da capire e da mettere in tavola sia per un aperitivo che per tutto il pasto.
 
Grazie a questo il Prosecco, sul mercato, non è più semplicemente un vino ma un vero e proprio drink style: oltrepassa i confini territoriali della denominazione e le briglie del disciplinare. Quanto volte ci viene proposto come Prosecco quello che in realtà è un vino bianco frizzante o spumante leggero, profumato e gradevole di tutt’altra origine? Ci è capitato di leggere nella carta di una nota trattoria milanese la definizione di Prosecchi Francesi sotto la quale venivano riportati vari Cremant (che sono, notoriamente, metodi classici) con l’assicurazione dell’Oste: sono buonissimi!
 
Possiamo parlare di “Prosecco Sounding”: chiamiamo Prosecco anche quello che non lo è ma ci somiglia. Questo è il segno del vero successo. Certo, ma va gestito: il rischio è di spostare valore verso chi ne approfitta senza avere tutti titoli. E fin qui, in fondo, nulla di male….. se non si esagera: i rischi cominciano se, a lungo andare, si annacqua il concetto al punto da renderlo irriconoscibile, indistinto, privo, infine, di valore.
 
Non commettiamo lo stesso errore dei francesi dello Champagne. Tanto sicuri del loro successo che non si sono resi conto di quello che accadeva. Il Prosecco va comunque difeso con ancora maggiore determinazione oggi che sale le vette, o forse ha già raggiunto l’apice, del successo.
 
Non occorrono manovre difensive antipatiche, supponenti e forse controproducenti del tipo: “io sono quello vero, diffidate delle imitazioni” ma azioni che facciano vincere tutti: sottolineiamo ed evidenziamo le caratteristiche e la genuinità del nostro Drink Style. Bianco, fresco, leggero, profumato, tanto brioso, chic e non impegnativo quanto solidamente e storicamente interconnesso alla vita reale e alla cultura del suo territorio. Così Prosecco continuerà ad essere leader e, come tutti i veri leader, aiuterà anche altri a farsi spazio. A vantaggio di tutti.

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedInPrint this pageEmail this to someone

Comments are closed.